Londra sette giorni per conoscerla e amarla per sempre. Extra: DAY 8

Le meraviglie nascoste e indimenticabili di questa città cosmopolita si celano in piena luce, sempre alla portata di tutti. Enjoy!

Londra non smette mai di sorprendere, sia che la visitiate per la prima o per l’ennesima volta. Nelle scorse settimane vi abbiamo proposto un tour per non perdere nemmeno uno dei luoghi più famosi e iconici e lo trovate qui, suddiviso in sette giorni: DAY 1, DAY 2, DAY 3, DAY 4, DAY 5, DAY 6 e DAY 7.
Oggi, invece, vi condurremo alla scoperta dei luoghi meno noti e indimenticabili della capitale britannica.

Il Borough Market si trova accanto alla cattedrale di Southwark, nella zona est della città. È un mercato interamente dedicato al cibo, aperto solo il mattino: troverete bancarelle di frutta, verdura e pesce fresco ma avrete anche la possibilità di assaggiare tipicità delle più svariate cucine dal mondo. Colori, profumi e sapori diversi renderanno questa gita un’esperienza unica. Questo è la zona dove Patrick McGrath colloca l’appartamento londinese di Stella nel romanzo Follia.

Londra, Borough Market – Foto di Erna Corsi

«Di solito vogliono che tu tenga la bocca chiusa, a volte pretendono che gridi, e si aspettano che tu sappia la differenza. Era questo che trovava buffo.» Follia, Patrick McGrath

Nella zona di Southbank esiste un passaggio pedonale chiamato Graffiti tunnel. Le pareti sono completamente ricoperte dai graffiti più disparati: l’ingresso non è semplicissimo da trovare ma la ricerca vale la pena. Se siete fortunati potreste anche jncontrare alcuni artisti all’opera.

Vicino a Covent Garden potete trovare i Seven Dials, un punto della città facilmente riconoscibile su ogni cartina stradale: qui si incontrano sette vie formando una sorta di stella. Divenuta famosa per questa particolarità, la zona oggi è sede di negozi e ristoranti molto frequentati.
Non lontano si trova Neals Yard, un quartiere nel quartiere, un gomitolo di viuzze delimitate da edifici coloratissimi e piazzette ricche di sorprese.

Vicino a Paddington, su un canale laterale, esiste un ponte molto particolare: il Rolling Bridge. Ogni venerdì a mezzogiorno, per far passare le imbarcazioni, si arrotola su se stesso come un armadillo!

All’ultimo piano di uno dei grattacieli della city si trova uno splendido Sky Garden. Potete riservare un tavolo per mangiare o bere qualcosa, o anche solo prenotare una visita gratuita qui per ammirare la città dall’alto. Non molto lontano potete riposare in una piccola chiesa semidistrutta e trasformata in un giardino: St Dunstan in The East

Sull’altro lato del Tamigi è ormeggiata la Golden Hind, una fedele riproduzione del galeone inglese capitanato da Sir Francis Drake per la circumnavigazione del pianeta tra il 1577 e il 1580. L’attrazione è a pagamento ma potrete visitarla interamente.

La città vista dal fiume ha un aspetto completamente diverso. Al Westminster Pier potete imbarcarvi per una minicrociera fino al Tower Bridge. Se avete a disposizione l’intera giornata potete proseguire fino a Greenwich dove si trova il meridiano zero. La cittadina, il parco e il tunnel pedonale sotto al Tamigi non vi deluderanno.

Per un’altra gita fuoriporta potete prenotare un biglietto per Hogwarts: è possibile seguire un tour guidato negli studios dove è stata girata la saga di Harry Potter. Si trovano fuori città ma nel biglietto è compreso anche il viaggio.

Molto spesso per scoprire le meraviglie di Londra è sufficiente camminare fra le sue vie lasciandosi portare in giro dai propri passi: non mancate di farlo e godetevi ogni emozione che questa città può donarvi.

Erna Corsi

In alto: Londra, Neals Yard – Foto di Erna Corsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
17 + 13 =