Londra, sette giorni per conoscerla e amarla per sempre. DAY 4: giovedì

Londra - Tower Bridge
Il cuore della città antica, evoluto e rimodernato fino a diventare la zona dei grattacieli: ecco a voi la city.

Questo è un viaggio lungo sette giorni per conoscere Londra e innamorarsene perdutamente. Qui potete trovare il DAY 1, DAY 2, DAY 3; le successive giornate di tour verranno pubblicate a cadenza settimanale. 

UN’INFORMAZIONE UTILE: quando usate la metropolitana fate attenzione a non ingombrare il passaggio; anche mentre camminate nei corridoi assicuratevi sempre di lasciare spazio a chi è di corsa. Sulle scale mobili, per lo stesso motivo, viene chiesto di mantenere la destra, lasciando un passaggio libero a sinistra per chi fosse di fretta.

Il Tower bridge è indubbiamente il ponte più famoso della città ed è il punto di partenza per la vostra quarta giornata a Londra. È stato fatto costruire dalla Regina Vittoria e ha un meccanismo che gli permette di aprirsi per far passare le navi più grandi. È possibile seguire un tour guidato al suo interno per conoscerne la storia. Potete raggiungerlo con la Circle line o District line della Tube scendendo alla fermata Tower Hill.

Accanto al ponte, sulla riva nord, si trova la residenza più antica dei reali inglesi: la Torre di Londra. Divenuta in seguito prigione e poi per un periodo residenza per animali esotici, è oggi un museo dove potrete ammirare anche i gioielli della corona. Qui è stata decapitata Anna Bolena, “colpevole” di non aver garantito al re un erede maschio. Per fortuna degli inglesi, sua figlia divenne poi comunque regina: Elisabetta I. È necessario acquistare il biglietto online in anticipo per assicurarsi di poter entrare. Fate attenzione ai corvi che qui sono una specie protetta: una leggenda narra che la monarchia inglese crollerà quando l’ultimo corvo abbandonerà la Torre di Londra

«So di avere il corpo di una fragile, debole donna. Ma ho il cuore e il fegato di un re. E di un re d’Inghilterra, per di più.» (Elisabetta I)

A pochi minuti a piedi dalla Torre di Londra si trova un bellissimo mercato coperto, nel cuore della City: il Leadenhall Market. Qui sono state girate alcune delle scene della saga di Harry Potter ambientate nella città immaginaria di Diagon Alley.

Proseguendo a piedi verso ovest, potete godervi la vista dei grattacieli dalle forme più svariate che si sono conquistati un soprannome dai londinesi: il Gherkin, il Walkie Talkie, e anche lo Shard di Renzo Piano che svetta sulla sponda opposta del Tamigi. Raggiungerete così la Cattedrale di St. Paul, seconda solo a quella di San Pietro come dimensioni. L’ingresso è a pagamento ed è soggetto a restrizioni durante le funzioni religiose. 

Dirigendovi verso il fiume potrete ammirare il Millennium Bridge, un ponte esclusivamente pedonale. Attraversarlo vi farà comprendere la bellezza poliedrica di Londra… sempre che non veniate attaccati dai temibili “Mangiamorte” come è successo a Harry Potter! 

Arrivati sull’altra sponda del Tamigi avrete l’imbarazzo della scelta. Alla vostra sinistra, a pochi passi, troverete la riproduzione del Globe Theatre, il teatro che ha udito per primo i versi di Shakespeare. Il palazzo alla vostra destra, invece, è la sede della Tate Gallery, museo d’arte moderna con ingresso gratuito. All’ultimo piano si trova un bar dal quale è possibile ammirare la città dall’alto e magari godervi il tramonto per terminare in bellezza la giornata. 

Erna Corsi

In alto: Londra, Tower Bridge – Foto di Erna Corsi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
4 + 18 =