1 maggio, il lavoro e le donne, ancora troppi i conti in sospeso

lavoro-donne
Il lavoro è il grande tema che affronteremo nel prossimo numero de L’Altro femminile, donne, oltre il consueto. Una sfida che le donne devono vincere.

Oggi, 1 maggio 2023, ci è sembrato il momento adatto per presentare l’argomento che sarà al centro del prossimo numero della nostra rivista. Parleremo di “donne e lavoro” e le faremo a modo nostro e cioè oltre il consueto. Attraverso le interviste e gli approfondimenti tratteremo argomenti di attualità dalla disparità salariale, al soffitto di cristallo, dimissioni in bianco, il part-time involontario, la conciliazione tra lavoro e famiglia, lo stato dell’occupazione femminile in Italia. Ormai lo sapete, tra i nostri desideri di sempre c’è l’abbattimento degli stereotipi e dei luoghi comuni: le donne possono fare tutto. Grazie alle sezioni dedicate all’arte, alla narrativa, alla poesia alle recensioni vi proporremo altri punti di vista e nuovi spunti per riflettere su questo argomento.

Donne Lavoro Diritti è un grande tema, molto è stato fatto ma molto rimane ancora da fare. Purtroppo le discriminazioni contro le donne e il divario di genere in ambito lavorativo sono, tutt’ora, la realtà preminente. Ma il lavoro è importante per la definizione del sé, per l’autostima, l’indipendenza economica che può affrancare le donne da alcuni tipi di violenza e per tanti altri motivi che potete immaginare da solə. Per questo continuiamo a combattere. Buon primo maggio a tuttə.

Cinzia Inguanta

Foto in alto: Donne e lavoro (elaborazione grafica)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
17 − 8 =