Iaia Zanella, microinstallazioni per una pratica quotidiana della meraviglia

Iaia Zanella
Piccola, piccolissima esposizione dedicata alle mini opere con le quali l’artista veronese accende grandi emozioni.

Attraverso le “minuscole installazioni da libreria” di Iaia Zanella esercitiamo la pratica della meraviglia. Mondi in miniatura capaci di aprire orizzonti inaspettati. L’artista vive e lavora a Verona, e dopo aver sperimentato varie forme artistiche, dalla fotografia al modellato, comprende che la sua passione è quella di realizzare installazioni artistiche, per creare mondi fantastici dove poter immergersi e sognare di essere altrove, cosa che, confessa, ha sempre fatto fin da bambina. Ha una passione per la carta, tutta la carta e per gli acquerelli. Adora il colore azzurro e la poesia.

Con le sue opere partecipa a diverse mostre di Land Art, più volte è stata selezionata per esporre alla mostra internazionale di Human Right sui diritti umani. Rimasta orfana di spazi dove realizzare le sue installazioni spesso interattive, un giorno, durante il confinamento per la pandemia, le arriva l’idea di creare delle piccole installazioni, che racchiudano i mondi sognati, l’adorato mare e i versi di poeti amati anch’essi ispirati dal mare. Nascono così le “minuscole installazioni da libreria”, dei piccoli mondi fatti di carta, di barchette, di fiori e di nuvole.

Iaia Zanella
Iaia zanella, acquerello 35 X 21,5

«Se l’inverno incombe può la primavera essere lontana?» Percy Bysshe Shelley

Iaia Zanella
Iaia Zanella, acquerello più tutto

«Mi importano del mondo tutte le cose piccole,/il sonno dei sassi,/gli spaventi/dell’acqua che trema,/la stoffa della luce,/la gravità delle foglie. Imparo./A stare. Allacciata.» Chandra Livia Candiani

Iaia Zanella
Iaia Zanella, Lucciole

Le lucciole «Nel grembo della notte/a maggio/le lucciole./E noi ad inseguirle:/ogni respiro/un colpo di luce.» Nino Pedretti da Te Fugh de mi Paeispa

Iaia Zanella
Iaia Zanella, minuscola finestra da libreria

«La mia casa è piccola, ma le sue finestre si aprono su uno spazio infinito.» Confucio

Iaia Zanella
Iaia Zanella, minuscola installazione da libreria

«Ognuno di noi ha dentro galassie/risacche di mare/e albe ad Oriente.» Claudio Dal Pozzo

Iaia Zanella
Iaia Zanella, minuscola installazione da libreria

«Diceva che i fiori della primavera sono i sogni che si son fatti d’inverno.» Alessandro Barbaglia

Sulla pagina Facebook dell’artista, se volete, potete continuare questo viaggio nella meraviglia dei suoi mondi in miniatura.

Cinzia Inguanta

In alto: Iaia Zanella, foto di Susanna Sartori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
11 × 3 =