Pillole di Femminile. Storie piccole che raccontano un mondo grande #10

La pillola che leggete oggi è un racconto della scrittrice romana Velma J. Starling dal titolo “Sempre la solita Storia”.

Pillole di femminile, la rubrica per riflettere su alcuni piccoli grandi temi legati alla vita di tutti i giorni.

Glielo avevano detto, e pure in tanti. Mille volte.

Di essere prudente, di non tirare troppo la corda, di riflettere prima di prendere decisioni… e certo, come se lei avesse agito d’impulso, una banderuola destinata a strapparsi sotto le raffiche di un vento troppo impetuoso, magari sottovalutato.

L’avrebbero detto anche a suo padre? Ai suoi fratelli? Al figlio, che con lei aveva condiviso il trono?

No. Loro avrebbero goduto dell’indulgenza riservata ai maschi eredi della potenza divina. Eredi quanto lei, genealogicamente parlando, eppure uomini e pertanto perdonabili nella prima e nella seconda vita, e nei ricordi che di loro avrebbe trattenuto la Storia.

I sussurri nascosti fra le ombre di palazzo e gli aspri giudizi, snocciolati con la faciloneria dei finti sapienti arroccati nei templi, quelli erano i nemici più forti. Davanti a loro svanivano le battaglie, l’assedio, le congiure. In fondo non era una congiura anche quella, instillare il dubbio e la diffidenza nell’autorità?

Il sapore amaro dell’ingiustizia offendeva il suo spirito e più ancora il suo intelletto. Si alzò di scatto, rabbiosa. Potevano stare certi che quella generosa indulgenza, garantita ai suoi padri e molto meno alle madri, lei non se la sarebbe concessa né l’avrebbe implorata.

La Storia gliene avrebbe dato atto?

Ringraziò in cuor suo il servitore fedele che a prezzo di grandi rischi era riuscito a consegnarle quanto gli aveva ordinato, e lo raccomandò alla benevolenza di Horus.

Percorse a passo lento la grande sala in cui trascorreva la sua prigionia. Osservò a lungo il cesto ben chiuso, che aveva riposto in un angolo. Si avvicinò.

Aprì il coperchio, tuffò dentro il braccio e si lasciò mordere dall’aspide.

Velma J. Starling
Velma J. Starling

Velma J. Starling, all’anagrafe Valentina Semprini (Roma, 1971), si è laureata in Filosofia all’Università di Bologna sotto la guida di Umberto Eco. Ha lavorato a lungo presso il festival Cartoon Club / Riminicomix, dedicato al Cinema d’Animazione e al Fumetto, organizzando mostre espositive e redigendone i cataloghi. È stata caporedattrice di Fumo di China, unica rivista sui fumetti distribuita in edicola a livello nazionale, oltre che adattatrice di dialoghi per serie e film di animazione giapponese. Nel 2006 ha pubblicato per Tunué il saggio Bam! Sock! Lo scontro a fumetti, vincitore del Premio “Franco Fossati” come miglior volume italiano di saggistica sul Fumetto. Al momento si occupa di editing e ghostwriting, oltre a scrivere racconti che talvolta ottengono piazzamenti decorosi a piccoli concorsi o vengono selezionati per antologie. Nel 2020, in cerca di leggerezza e divertimento, ha pubblicato per Emma Books il chick-lit Outside. Cova l’ambizione di scrivere un buon romanzo fantasy. Online: www.velmastarling.com.

Foto in alto: di Kellepics e di Ha11ok su Pixabay

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sempre la solita storia racconto di Velma J. Starling

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
22 + 24 =