Libere di vivere: una mostra itinerante per la parità di genere

Libere di vivere- Shamsia Hassani
Un progetto socio-culturale curato da Global Thinking Foundation per sensibilizzare sull’inclusione sociale delle donne.

Il 30 aprile alla Biblioteca delle Oblate di Firenze è l’ultimo giorno della prima tappa italiana del tour 2022 del progetto culturale Libere di VIVERE. Tre giorni ricchi di eventi sui temi della sicurezza digitale e del contrasto al gender gap. Libere di VIVERE è una mostra itinerante e un progetto socio-culturale realizzato da Global Thinking Foundation che, attraverso l’arte, ha l’obiettivo di sensibilizzare sull’importanza dell’inclusione sociale delle donne e della lotta alla violenza economica.

Il Tour italiano 2022 si rinnova e prevede l’apertura di una seconda sezione della Biblioteca delle Scienziate, che nel corso del 2022 sarà integrata con nuove inedite Donne da Infiniti Universi protagoniste del mondo scientifico. La prima sezione delle Viaggiatrici dell’Epoca Vittoriana comprendeva tre novelle con protagoniste Alexandra David-Néel, Gertrude Bell El Khatun e Mary Kingsley. La sezione Nuove Illustrazioni Inedite oltre alle Illustrazioni contro la violenza economica si arricchisce con immagini della nuova galleria Eccellenze in Accademia, grazie al talento di dodici giovani disegnatrici selezionate dall’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

Per le amanti del fumetto, dalle eroine più storiche come Wonder Woman e Mafalda passando per le intriganti Valentina e Solange e arrivando alle più recenti come Eva Kant, la sezione si rinnova con tre nuove incredibili protagoniste: l’ironica Lucrezia di Silvia Ziche, la misteriosa Black Widow e la magica Scarlet Witch di Marvel Comics. Per concludere nasce La Galleria delle Libere Guerriere, uno spazio dedicato ad artiste indipendenti under 35 che, attraverso la loro arte, sposano e contribuiscono a divulgare i valori di parità di genere, inclusione ed empowerment femminile.

Libere di VIVERE - Locandina FirenzeGlobal Thinking Foundation nasce nel 2016 per iniziativa di Claudia Segre, per sostenere, patrocinare e organizzare iniziative e progetti che abbiano come obiettivo l’alfabetizzazione finanziaria rivolta essenzialmente a soggetti indigenti e fasce deboli. Nell’ambito dei diciassette obiettivi per uno sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite, Global Thinking Foundation supporta l’istruzione di qualità, con borse di studio e premi a studenti meritevoli e meno abbienti, l’uguaglianza di genere, attraverso corsi di alfabetizzazione finanziaria dedicati alle donne, e lavoro dignitoso e crescita economica, grazie a progetti volti all’inclusione sociale ed economico-finanziaria di tutti i cittadini.

Il Tour 2022 di Libere di VIVERE proseguirà fino a novembre, incontrando cittadinanza, scuole, famiglie e istituzioni. Dopo Firenze sarà la volta di Viterbo, Fiumicino, Lecce, Torre del Greco, Napoli, Bellagio, Perugia, Sassari, Courmayeur, Agrigento, Ragusa per terminare a Milano dal 16 al 18 novembre. L’ingresso alla mostra e la partecipazione agli eventi sono gratuiti con green pass rafforzato. Per partecipare agli eventi è necessario registrarsi sul sito www.liberedivivere.com/tappe/. È possibile una visita virtuale della mostra su www.liberediviviere.com e qui sulla locandina potete consultare orari degli appuntamenti previsti.

Paola Giannò

Foto in alto: Libere di VIVERE, opera di Shamsia Hassani, prima artista donna di graffiti dell’Afghanistan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
5 × 10 =