Donne nell’Arte. Da Tiziano a Boldini a Brescia, Palazzo Martinengo

Donne nell'arte - brescia - Palazzo Martinengo
Da Tiziano a Boldini, una panoramica sulla condizione della donna attraverso le epoche. Approfondimenti su grandi temi d’attualità.

Fino al 12 giugno 2022 è visitabile a Brescia, a Palazzo Martinengo, la mostra Donne nell’Arte. Da Tiziano a Boldini curata da Davide Dotti. Le opere esposte, divise in otto sezioni, sono quasi un centinaio e appartengono a un arco di cinque secoli. Sono un omaggio alla varietà e alla versatilità femminile, un’occasione per ammirare capolavori inediti, curiosità stravaganti di grandi artisti e di piccoli maestri di provincia. Le otto sezioni tematiche del percorso espositivo delle Donne nell’Arte sono: Sante ed eroine bibliche, Mitologia in rosa, Ritratti di donne, Natura morta al femminile, Maternità, Lavoro, Vita quotidiana, Nudo e sensualità.

«Il tema della donna – afferma il curatore Davide Dotti – è così affascinante e coinvolgente che gli artisti, soprattutto tra XVI e XIX secolo, lo hanno indagato da ogni prospettiva iconografica, eternando le “divine creature” in capolavori che tutt’oggi seducono fatalmente il nostro sguardo. Per il visitatore è l’occasione di compiere un emozionante viaggio ricco di sorprese, impreziosito da dipinti inediti scoperti di recente in prestigiose collezioni private, opere mai esposte prima d’ora, e incontri ravvicinati con celebri donne del passato, tra cui la bresciana Francesca (Fanny) Lechi, ritratta nel 1803 dal grande Andrea Appiani in una straordinaria tela che dopo oltre venticinque anni dall’ultima apparizione torna visibile al pubblico.»

Donne nell'arte - brescia - Palazzo Martinengo
Luigi Busi, La visita,1875, olio su tela 53×73 cm

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Marcegaglia Onlus, durante la visita alla mostra Donne nell’Arte, tramite appositi pannelli di sala, sarà possibile approfondire alcuni temi di grande attualità sociale e mediatica: le disparità tra uomini e donne, il lavoro femminile, le violenze domestiche, l’emarginazione sociale e le “quote rosa”. Le opere d’arte sono il mezzo con cui ci si propone di sensibilizzare il pubblico su argomenti di grande importanza socio-culturale e tematiche di attualità.

Cinzia Inguanta

Foto in alto: Donne nell’Arte. Con la rosa tra le labbra, 1895, Ettore Tito, olio su tavola 255×415 cm

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
30 ⁄ 10 =