Donne oltre il consueto di oggi: Laura Ninino, creatrice di borse #1

Laura Ninino - Creatrice di borse - Foto di Manola Biggeri
Tecnica, passione e fantasia e la necessità di reiventarsi danno vita all’originale progetto di questa artigiana molto speciale.

Oggi prende il via Donne oltre il consueto di oggi, la nuova rubrica che dà voce alle donne che ogni giorno incontriamo e dietro le quali si nascondono meravigliose storie di vita e intraprendenza. L’idea è nata dagli splendidi scatti della mostra Fate! di Manola Biggeri e da tutti quei mondi che la nostra Paola Giannò, guardando le foto e ascoltando i racconti di Manola, ha intravisto. Mondi che abbiamo pensato di far raccontare alle dirette interessate che sono la prova di come nessuna donna possa essere rinchiusa in uno stereotipo, di come ognuna sia oltre il consueto modo di rappresentare il femminile.

«Mi chiamo Laura Ninino e mi è sempre piaciuto realizzare oggetti con le mani. Fin da piccolina ho imparato dalle nonne e da mia madre le tecniche dell’uncinetto, della maglia e i primi rudimenti di ricamo. Durante gli studi all’Istituto d’Arte mi sono poi cimentata con la tessitura al telaio. Sono cresciuta in un piccolo paesino del Friuli, i miei genitori erano artigiani e mi hanno insegnato i valori della famiglia e del lavoro. Ero una bambina socievole, ma alla quale piaceva ritagliarsi i propri spazi. Non ho mai sognato di fare la ballerina o l’astronauta, sono sempre stata molto concreta, indipendente e un po’ testarda, caratteristiche che continuo a mantenere ancor oggi.

Per continuare gli studi al Polimoda di Firenze mi sono trasferita in Toscana e, negli anni, il mio lavoro come disegnatrice tessile mi ha avvicinato al mondo della moda. La collaborazione con la rivista Disney a Punto Croce ha poi rafforzato la mia passione per ago e filo. La crisi del tessile e dell’editoria hanno determinato una piccola rivoluzione nella mia vita portandomi a cambiare completamente lavoro, stavolta a contatto con il pubblico. Con il bagaglio di esperienze maturate qualche anno fa mi sono imbattuta in un velluto trapuntato che è diventato la mia prima borsa. Completamente autodidatta, mi sono buttata in questo nuovo progetto studiando e sperimentando con il desiderio di creare finalmente qualcosa di mio.

Adoro i velluti. Trovo che i colori e i riflessi del materiale riportato su una borsa in movimento siano unici. Allo stesso tempo mi piace trovare tessuti unici, alle volte sono campionari di stoffe ormai fuori produzione, altre volte sono pezze campione con i fazzoletti delle prove colore, alcuni dei quali non andranno mai in produzione. Ciò rende le mie creazioni ancora più uniche e irripetibili, per il dispiacere di alcune e per la gioia di altre. Applico le chiusure cucendole rigorosamente a mano, niente collanti, ad accentuare il lavoro artigianale intrinseco in ogni creazione. Nelle mie borse sono riuscita a trovare, in un certo senso, l’equilibrio. Le contraddistingue sicuramente l’utilizzo di tessuti di arredamento, che non sono riconoscibili nell’ottica comune come materiali usati per realizzare le borse. Allo stesso tempo hanno una linea vintage rivisitata, che ci ricorda le nostre nonne. Ci riportano ad un’idea di casa, di famiglia, di stile d’altri tempi, una sorta di comfort bag a cui ciascun individuo attribuisce un valore sentimentale, consolatorio e nostalgico.

Amo collaborare con le mie clienti, seguire i loro gusti, le loro richieste fanno scoccare in me una scintilla creativa. Così mi aggiro tra gli scaffali dei miei fornitori in cerca di piume, catene, moschettoni e fodere colorate. Poi le chiamo, ci scambiamo foto ed opinioni, fino a quando non arrivo alla creazione di una vera e propria borsa “su misura”. Partecipo volentieri ai market e agli eventi, non avendo un punto vendita mio è anche un modo per avere un contatto diretto con potenziali acquirenti. Oltre a tutto questo mi occupo personalmente di curare le mie pagine social, il sito e lo shop online, che mi aprono le porte al mondo intero. Se volete curiosare fra le mie creazioni potete farlo sulla pagina Facebook Intrecciodifili, su Instagram intrecciodifilibags, sul sito www.intrecciodifili.it e sulla piattaforma Etsy sempre come IntrecciodifiliBags

Questa nuova rubrica vuole anche sottolineare l’importanza del fare rete, di condividere idee, ambizioni e aspirazioni che grazie alla collaborazione possono prendere strade inaspettate. Se anche tu vuoi diventare una protagonista della nostra rubrica non esitare a contattarci all’indirizzo: redazione@laltrofemminile.it.

In alto: Laura Ninino, creatrice di borse – Foto di Manola Biggeri

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
2 + 18 =