Imprenditoria femminile: FAB50 le imprenditrici italiane più innovative

GammaDonna FAB50 2023
Torna la playlist dell’innovazione al femminile: GammaDonna presenta le favolose cinquanta che del cambiamento hanno fatto il loro credo.

A spingere il mondo in una direzione più sostenibile è il vento dell’innovazione e del cambiamento, un vento che soffia anche grazie alla dedizione e al lavoro di donne che – con le loro idee, talento e intraprendenza – stanno rivoluzionando il nostro modo di vivere e di immaginare il futuro, contribuendo al progresso economico, sociale e tecnologico del nostro Paese.

C’è chi utilizza l’IA industriale per ridurre gli sprechi nella produzione con l’obiettivo di consentire decisioni informate e intelligenti in tempi rapidi, e chi abilita lo sviluppo sostenibile fornendo soluzioni di intelligenza artificiale “spiegata”; chi ha lanciato la prima piattaforma di competenze in abbonamento per imprese con l’obiettivo di eliminare lo skill mismatch nel mercato del lavoro, e chi utilizza le dinamiche del gaming come strumento per valutare e potenziare le competenze dei talenti; chi partendo dalla polvere di grafite scartata industrialmente crea prodotti innovativi che ispirano comportamenti sostenibili attraverso il design, e chi ha creato una piattaforma di trading che rivoluziona il modo in cui i rifiuti vengono scambiati, tracciati e analizzati, portando a migliori tassi di riciclo e obiettivi di trasparenza e sostenibilità. Ma anche chi lavora a livello internazionale per rendere le città più inclusive e ambientalmente sostenibili, e chi ha dato vita a una tecnologia disruptive che abbatte gli inquinanti nocivi e riduce la presenza di batteri e virus negli ambienti collettivi.

Imprenditrici, ricercatrici e scienziate che hanno avuto il coraggio di investire nei propri progetti ambiziosi e trasformarli in imprese ad alto tasso di innovazione. Con l’obiettivo di continuare a promuovere lo spirito imprenditoriale, la leadership e l’innovazione in tutto il Paese, GammaDonna ha raccolto anche quest’anno cinquanta storie di imprese guidate da donne che appartengono a settori diversi, ma condividono lo stesso obiettivo: rendere l’economia e la società più sostenibili, eque e inclusive attraverso l’innovazione applicata all’impresa, e generare un impatto positivo.

«Attraverso il percorso di empowerment e valorizzazione dell’imprenditoria femminile, GammaDonna si propone di rendere sempre meno rilevanti le differenze di genere in Italia e all’estero.» Spiega la Presidente Valentina Parenti e prosegue: «Una sfida che perseguiamo con passione ed entusiasmo, per fare emergere storie di innovazione che hanno superato ogni stereotipo di genere e sono di ispirazione per tutte e tutti. Le FAB50 di quest’anno ci raccontano come il cambiamento stia diventando reale.»

QUI la video-playlist delle storie di innovazione delle FAB50. Ecco chi sono le cinquanta imprenditrici italiane più innovative dell’anno, secondo l’Associazione GammaDonna:

Maria Laura Albini, Arad Digital – Bologna; Antonella Avram, Trend Technology – Carpi MO; Carla Benedetti, Th-Habitat – Roma; Paola Campana, Campana Caffè – Torre Annunziata, NA; Michela Carollo, Doctorium – Catanzaro; Silvia Costa, Gce – La Spezia; Electra Coutsoftides, Xworks Tech – Londra; Francesca De Sanctis, De Sanctis Costruzioni – Roma; Anna Del Sorbo, Idal Group – Casola Di Napoli, Na; Eleonora Del Vento, Vitesicure – Milano; Giulia Detomati, Invento Innovation Lab Impresa Sociale – Cernusco Sul Naviglio, MI; Cinzia Di Zio, Blue Italy Industry – Montesilvano, PE; Gabriella Esposito, Green Growth Generation – Nola, NA; Angelina Fadda, Sardinia Flavour – Girls In Italy – Oristano; Alice Falsaperla, Galleria La Nuvola – Roma; Sabrina Fiorentino, Sestre – Trinitapoli, Bat; Cristina Fresia, Fresia Alluminio – Volpiano, TO; Elena Gaiffi, Laborplay – Firenze; Martina Gianfreda, Whatwapp Entertainment – Milano; Paola Lanati, Indicon – Milano; Carmela Lerede, Youcomehere – Roma; Roberta Ligossi, Ta-Daan – Milano; Ann Locicero, Smartfab – Milano; Maria Letizia Magaldi, Magaldi Power – Salerno; Sara Malaguti, Flowerista – Milano; Aleksandra Maravic, Beyond The Box – Milano; Susanna Martucci, Alisea – Vicenza; Sara Mazzocchi, Storyfactory – Milano; Lucrezia Mazzonetto, Fondazione Cuore Livio Mazzonetto – Trebaseleghe, PD; Daniela Melandri, Univercities Associazione – Roma; Elena Moglia, Mylime – Bologna; Francesca Maria Montemagno, Smartive – Milano; Raffaella Moro, Reair – Milano; Francesca Parviero, Linkbeat – Cusano Milanino – MI; Federica Pasini, Hacking Talents – Milano; Valentina Pedretti, Pmp – Treviolo, BG; Monica Perna, Auge International Consulting – Dubai; Elisabetta Pieragostini – Sant’elpidio A Mare – FM; Elisa Piscitelli, Futurely – Milano; Irene Pugliatti, Eligo Evoting – Milano; Secondina Ravera, Destination Italia Group – Milano; Stefania Rinaldi, Rinaldi Group – Salerno; Giuditta Rossetti, Acqualaï – Cremona; Eliana Salvi, Cosmic – Milano; Francesca Saraceni, Intellico – Milano; Virginia Sciré, Wear Me – Treviso; Alice Siracusano, Luz – Milano; Donatella Solda, Wonderful Education – Modena; Giulietta Testa, Djungle Studio – Torino; Tiziana Tronci, High Performance Die Casting – Milano; Jesica Umansky, Sportlinx360 – Roma; Piera Velardo, Manitu – Torino; Laura Venturini, Quindo – Lucca; Cristiana Vignoli, Hemera Pharma – Verona.

Foto in alto: GammaDonna FAB50 2023, le cinquanta imprenditrici italiane più innovative dell’anno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 ⁄ 8 =