Gender libera tuttǝ: Camilla Vivian per amare capire e fare la rivoluzione

Camilla Vivian gender
Dall’autrice di Mio figlio in rosa una nuova importante testimonianza nel percorso verso l’affermazione di essere liberǝ.

Gender libera tuttǝ pubblicato da Baldini e Castoldi nel 2022 è il secondo libro di Camilla Vivian, creatrice del blog Mio figlio in rosa, che è anche il titolo della sua prima pubblicazione in cui racconta la sua esperienza di madre di una piccola persona transgender. Il sottotitolo della nuova opera Storie vere per amare, capire e fare la rivoluzione è la perfetta sintesi della battaglia intrapresa da Camilla Vivian come madre che quotidianamente si è imbattuta nelle barriere di ignoranza e pregiudizio che complicano la vita di alcunǝ per questioni di identità di genere.

Gender libera tuttǝ vuole essere uno strumento per cambiare le cose, perché ci sono persone i cui diritti non sono riconosciuti e questa rivoluzione è necessaria per costruire un mondo migliore in cui nessunǝ sia negatǝ. Una rivoluzione richiesta da un sempre maggior numero di persone, e che anzitutto richiede solo amore e comprensione, soprattutto da parte di chi queste tematiche non le ha mai incontrate, o almeno lo crede. Per sollecitare un percorso di comprensione Camilla Vivian ha raccolto le testimonianze di trentatré persone transgender, di ogni età e provenienza.

L’unico modo per raccontare il vissuto dei diretti interessati e delle loro famiglie era dar loro voce. La voce di chi ha visto e vede i propri diritti calpestati in nome di un’ignoranza che non può più essere ammessa. Allo stesso tempo Camilla ha inteso raccontare anche i successi, le gioie e la felicità di chi si è sentitǝ accettatǝ per come è. A dimostrazione che le cose, se vogliamo, possono essere cambiate.

Gender libera tuttǝIn circa cinquecento pagine (che non vi devono assolutamente spaventare perché arriverete in fondo senza neanche rendervene conto) avrete modo di constatare quante infinite sfumature possano esistere di un mondo sul quale forse non vi siete mai soffermatǝ. Quanto è importante il nostro sguardo verso gli altri? Quanto il nostro modo di essere contribuisce a costruire la società in cui viviamo? Ancora oggi ci sono persone che non vengono accettate per quello che sentono di essere, che per questo si sentono sbagliate, che non vengono amate. Un dolore immenso e inutile. Perché?

Nel rispetto delle persone che hanno contribuito con le loro personali esperienze, Camilla Vivian ha scelto un utilizzo inclusivo della lingua italiana lasciando a ognunǝ la libertà di rappresentarsi. Nel testo troverete quindi chi usa il maschile universale, la schwa, l’asterisco o il femminile universale. Certe nuove forme di linguaggio possono creare disturbo o difficoltà nella lettura, ma credo sia per quella inclinazione tutta umana a cercare di non complicarsi le cose restando all’interno di abitudini rassicuranti. Questo nostro mondo è complesso e in continua evoluzione, non è certo pensabile fermarlo e il disturbo potrebbe essere costruttivo.

Una delle testimonianze, quella di Eva che utilizza il femminile universale, mi ha colpito in modo davvero impressionante. Durante la lettura restavo interdetta di quanto le persone intorno a Eva fossero tutte al femminile. Mi sorgeva spontaneo domandarmi dove fossero finiti tutti gli uomini. Avevo la netta sensazione di essere in un mondo distopico abitato solo da donne. Nella realtà succede l’esatto contrario: da sempre viene utilizzato il maschile universale ed ecco che le donne sono invisibili. Nessuno sembra accorgersene ma è una questione importante su cui riflettere. Molto sta cambiando ma molta strada ancora è da fare.

Un uccellino mi ha riferito che Camilla Vivian, che da qualche anno ha lasciato Firenze per trasferirsi in Spagna, sarà in Italia nel prossimo mese di ottobre per presentare Gender libera tuttǝ. Io credo proprio che non mi perderò la data di Firenze prevista per sabato 15 ottobre 2022. Per informazioni più precise su date, orari e luoghi delle presentazioni vi consiglio di seguirla sui suoi canali social di facebook e instagram. Nel frattempo potete leggere qui l’intervista a Camilla Vivian pubblicata sul terzo numero de L’Altro Femminile. Buona lettura!

Paola Giannò

Foto in alto: Camilla Vivian

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
15 − 3 =