Top-Ten A-social di mezza estate a cura di Elena Marrassini

top ten - elena marrassini
10 consigli per augurarvi di poter stare finalmente qualche ora  da soli all’ombra o sul divano col proprio smartphone, il proprio kindle o il buon vecchio libro di carta e la tv.  Per respirare, ridere, commuoversi, lontani da tutto e da tutti, almeno con la testa. Ma anche un po’ con il cuore, in questa estate complicata.
  1. Non so voi ma io, come ogni anno, da LOAL impenitente quale sono (Lover Of American Literature) mi sparo un romanzone americano coi fiocchi da leggere ovunque: proprio come Gun Love di Jennifer Clement. Un romanzo a tratti feroce, a tratti dolcissimo e straniante; un rapporto fra una madre ancora troppo bambina e sua figlia, Pearl. Due piccole donne, di nome e di fatto, immerse nella Florida più nascosta e puzzolente di povertà, alligatori in acque avvelenate e di polvere da sparo. Un pezzo dell’America di oggi, quella che spesso nessuno vede. Il libro è disponibile in tutte le e-forme più comode e trasportabili.
  2. Sia che le lezioni di linguaggio in corsivo della buffa e “coraggiosa” Elisa Esposito vi facciano scuotere la testa sconsolati sia che vi facciano ridere, non potrete fare a meno di ammirare Davide Patron, il giovanissimo maestro di lingua inglese in pillole più famoso di Tik Tok e Instagram . Dategli un’occhiata, secondo me merita.
  3. Per spezzare con un po’ di musica in cuffia vi avverto, ma già lo saprete, che il grande Robbie Williams ha sfornato il suo ultimo pezzo fresco fresco, Lost. Appena l’ho ascoltato ho capito quanto mi fosse mancato il vecchio Robert, dopo quasi due anni di silenzio; è veramente un bel pezzo, e profuma di venticinque anni di carriera del nostro ex-Take That e anche un po’ di sana malinconia.
  4. Ancora un libro, che ho conosciuto per caso in biblioteca in formato carta (ma è disponibile anche per Kindle e Kobo): Neroconfetto di Giulia Sara Miori, una raccolta di racconti “che spacca”. Ha spaccato anche me, Miori è davvero brava.
  5. Sempre a proposito di racconti, ho recentemente scoperto un blog che ne contiene a decine e tutti rigorosamente brevi, brevissimi, perché pubblica solo microracconti e miniracconti. Provare per credere, massimo 5000 battute: niente noia e anche delle sane risate, soprattutto nella sezione “Amuse me”. Si tratta del Blogorilla Sapiensun contenitore di piccole perle per chi ama scrivere, leggere, ridere, commuoversi e perché no, aver paura.
  6. A metà top-ten di solito è d’obbligo decretare la canzone italiana più gettonata, ma quest’anno, vi avverto, sono in crisi. Ha fatto breccia solo il duetto Ghali+Madame con Pare. Perché diciamolo, a volte fare come ci pare ci salva davvero l’estate e, forse,  anche un po’ la vita!
  7. Sempre scrollando su Instagram nei miei “momenti d’ombra” ho avuto il piacere di imbattermi nei video spassosi e leggeri-ma-mai-troppo di quella grande donna che è Diane Keaton. Provate anche voi, lei non delude mai.
  8. E dato che l’otto è il mio numero preferito perché quando lo ruoti diventa l’infinito, e siccome Diane Keaton mi ricorda all’infinito la meravigliosa scena con lei e Woody Allen sulla terrazza nel film Io e Annie, perché non guardarsi questo cult-movie ogni estate, all’infinito?
  9. Sempre riguardo ai cult-movies, non credo che questo lo sia, ma chissà che non lo diventi: in una delle mie serate sul divano da sola ho scoperto la commedia francese Comme des garcons, un film del 2018, ispirato a una storia vera, che racconta la nascita del calcio femminile nella Francia degli anni ’60 ed è stato amore a prima vista.
  10. E siccome io con la testa (e presto anche con il corpo, spero) ultimamente sono un po’ a Dublino, vi consiglio di ascoltare questi giovani dubliners: i Fontaines D.C.. Il loro primo album Dogrel  è stato acclamato dalla critica e  nominato “Album dell’anno del 2019” dalla Rough Trade Records e da BBC Radio 6 Music e candidato anche al Premio Mercury. Il loro secondo, A Hero’s Death (2020), è stato candidato al premio “Migliore album rock” ai Grammy Awards 2021. Da quando li ho scoperti grazie a un amico di tastiera con la loro Jackie Down The Line  ce l’ho sempre in testa, assieme a Dublino.

Come in ogni top ten che si rispetti ecco il bonus track: tenete le antenne dritte sulla possibile uscita in Italia dell’ultimo film della signora di cui al punto 7, Mack & Rita , perché se tanto mi dà tanto ci sarà da ridere e piangere pure lì.

Elena Marrassini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
30 + 14 =