Martha Washington Hotel se business e emancipazione vanno a braccetto

Martha Washington Hotel
2 marzo 1903, New York: apre il Martha Washington Hotel solo per lavoratrici, un simbolo nella storia della liberazione femminile.

Il 2 marzo 1903 a New York apre il Martha Washington Hotel, il primo albergo riservato esclusivamente alle donne. In realtà nel 1836 c’era stato un altro tentativo, quello del magnate Alexander T. Stewart che si cimentò nella realizzazione dell’Hotel for Working Women. Stewart però morì prima del completamento dell’hotel, che fu venduto e destinato a un uso “tradizionale”. All’epoca in cui fu costruito il Martha Washington Hotel, dall’architetto Robert W. Gibson grazie alla Women’s Hotel Company, le donne single non erano mai ammesse negli hotel. Per essere ospite, una donna doveva essere accompagnata da un marito, o fare il check-in come parte di una famiglia con capofamiglia maschio.

Negli Stati Uniti, a partire dalla metà del 1800, la crescita della produzione industriale aveva aumentato la domanda di lavoro femminile. Il numero delle lavoratrici single nelle aree urbane era cresciuto in modo significativo. Era necessario che queste donne, una volta in città, trovassero rapidamente una sistemazione, ma era una situazione senza precedenti. Inoltre, i salari molto più bassi delle lavoratrici limitavano le loro scelte abitative. Molte finivano per vivere in situazioni squallide. Due i problemi da affrontare: crisi abitativa e crisi identitaria. Era un periodo in cui castità femminile, innocenza e “domesticità” erano valori assoluti. Dalle donne ci si aspettava che attendessero al ruolo di “angelo della casa”. Ma, nel bene e nel male, le conseguenze della Rivoluzione industriale imponevano alla società un cambio di passo e di mentalità.

Martha Washingthon Hotel
Martha Washingthon Hotel 1903 – Lobby – Museo della Città di New York

I newyorkesi dell’alta e media borghesia si allarmarono per il numero di giovani donne che vivevano in città, sole, non protette e senza supervisione. La questione pratica di trovare loro un alloggio dignitoso abbracciava anche la questione morale di preservare la purezza, la dignità e la femminilità delle future mogli e madri. Queste tensioni tra il crescente numero di donne che lavorano e le aspettative della società continueranno per decenni. Di conseguenza, durante il periodo tra il 1860 e il 1930, l’edilizia urbana per donne lavoratrici single assunse un ruolo centrale nella lotta delle donne per essere accettate come cittadine indipendenti.

Aspetto unico del Martha Washington Hotel il fatto che non solo era destinato a donne professioniste, ma era stato progettato senza “paternalismo o idea filantropica” al contrario di altri alloggi per sole donne. Al Martha Washington, alle donne residenti spettavano le stesse libertà concesse alle loro controparti maschili. In contrasto con le case di sorveglianza, questo hotel per donne era esplicitamente collegato agli ideali femministi d’indipendenza, alla capacità di guadagnarsi da vivere e alla presentazione consapevole delle donne lavoratrici come “donne d’affari”. Fu un successo. La filosofia dell’hotel fu accolta con entusiasmo da importanti gruppi femministi. Tra questi il Consiglio interurbano per il suffragio femminile, che, dal 1907, fece dell’hotel la propria sede.

Il Martha Washington Hotel disponeva di camere singole e appartamenti (416 in totale) e molti comfort: una biblioteca, sale di ricevimento su ogni piano, una passeggiata sul tetto e una sala da pranzo privata, nonché un ristorante separato aperto al pubblico. L’hotel aveva anche servizi specifici per le donne come “una farmacia, una sartoria, un negozio di modisteria, una manicure e pedicure, un negozio di lucidatura scarpe e un’edicola”. Nel corso degli anni, l’hotel ha ospitato numerose donne famose, tra cui la poetessa Sara Teasdale, l’attrice Louise Brooks e Louise E. Dew, scrittrice e docente che ha curato la pubblicazione di Ladies ‘World. Nonostante i cambiamenti negli atteggiamenti sociali e il movimento femminista, l’hotel fino al 1998 ha continuato a servire solo donne. Oggi è il lussuoso e tradizionale Redbury New York Hotel.

Cinzia Inguanta

In alto: collage di foto storiche del Martha Washington Hotel

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 ⁄ 1 =