Top ten di Natale e dintorni a cura di Cinzia Inguanta

natale - ornamenti
Libri, film, musica, di tutto un po’. Dieci suggerimenti per le nostre lettrici e i nostri lettori insieme agli auguri di tutta la Redazione de L’Altro Femminile, donne oltre il consueto.

Alcuni dei suggerimenti di questa top ten sono piccoli rituali che accompagnano il mio Natale da tempo. Magie piccine che offrono riparo al cuore.

  1. Maestoso è l’abbandono (Hacca Edizioni) di Sara Gamberini perché è proprio bello, intenso e impalpabile al tempo stesso. È un libro che accende mille scintille che sentirete risplendere dentro e tutt’intorno a voi grazie alla prosa poeticamente impeccabile dell’autrice.
  2. Le feste di Natale (Interlinea) di Fëdor Michajlovič Dostoevskij è il racconto, quasi un diario, delle festività natalizie vissute in un carcere russo. Attese e disillusioni, sentimenti e tensioni si fondono in queste pagine in cui si specchiano luci e ombre di ogni uomo.
  3. Racconto di Natale di Dino Buzzati. Contenuto nella raccolta La boutique del mistero, è ambientato la notte di Natale in una cattedrale: Don Valentino, il parroco, cerca Dio, ma non riesce a trovarlo…
  4. The Blues Brothers. Dai tempi della mia giovinezza, non è Natale senza questo film di John Landis con John Belushi e Dan Aykroyd, un cast straordinario e una colonna sonora indimenticabile. Un cult che racconta le vicissitudini di Jake & Elwood, i due fratelli «in missione per conto di Dio.»
  5. Stregata dalla luna di Norman Jewison, una commedia con la C maiuscola che si è aggiudicata l’Orso d’Argento al Festival di Berlino e tre premi Oscar: miglior attrice Cher, miglior attrice non protagonista Olympia Dukakis e miglior sceneggiatura originale. Sullo schermo anche Nicolas Cage, Danny Aiello e tanti altri, ognuno perfetto nel suo ruolo. Una godibilissima storia d’amore, che è anche la storia di una famiglia, ambientata in una suggestiva New York.
  6. Una poltrona per due di John Landis è l’ultimo film senza il quale non è Natale. Protagonisti, fra gli altri, Dan Aykroyd, Eddie Murphy, Jamie Lee Curtis. Landis, in questa favola natalizia cattiva e scorretta, fa una spietata satira sociale, regalandoci poco meno di due ore di divertimento. Mi rendo conto di avervi proposto film piuttosto datati, ma credetemi, sono invecchiati bene e vale sempre la pena di rivederli per la serenità che ci regalano.
  7. Natale in casa Cupiello di Eduardo de Filippo non può mancare in questa top ten a tema. L’ autore definì questa commedia come un «parto trigemino con gravidanza di quattro anni». Infatti, andò in scena per la prima volta, come atto unico, nel giorno di Natale del 1931; il testo subì poi numerose modifiche tra il 1931 e il 1934, fino ad arrivare alla forma definitiva in tre atti che tutti amiamo… e se non la conoscete è tempo di rimediare.
  8. Un motivetto mi tormenta in apparenza senza senso tutto l’anno. È lì, frulla e rifrulla nella mia testa soprattutto nei momenti di insensata felicità. Alla fine, in questo periodo, lo posso intonare senza incappare negli sguardi biechi di familiari che non sanno farsene una ragione: Jingle Bells.

  9. Nella top ten di Natale non può mancare questa preghiera laica che è l’Hallelujah di Leonard Cohen. Riguardo a questa che è, forse, la più nota tra le sue canzoni, Cohen disse: «Questo mondo è pieno di conflitti e pieno di cose che non possono essere unite, ma ci sono momenti nei quali possiamo trascendere il sistema dualistico e riunirci e abbracciare tutto il disordine, questo è quello che io intendo per Hallelujah. La canzone spiega che diversi tipi di Hallelujah, e tutte le Hallelujah perfette e infrante hanno lo stesso valore. È un desiderio di affermazione della vita non in un qualche significato religioso formale, ma con entusiasmo, con emozione. So che c’è un occhio che ci sta guardando tutti, c’è un giudizio che valuta ogni cosa che facciamo.»
  10. Preparare i biscotti allo zenzero da regalare alle amiche e agli amici. Buon Natale a tutt*!

Cinzia Inguanta

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 − 5 =