Il nuovo libro di Daniela Piras: una raccolta di racconti vividi e reali

Controluce. Racconti su Polaroid: aspetti imprevisti della complessità dell’animo umano che portano a fare i conti con se stessi.

Controluce. Racconti su Polaroid è il titolo del nuovo lavoro di Daniela Piras, edito da Talos Edizioni. In questo libro si susseguono una serie di racconti vividi e intensi, alcuni dei quali già premiati in diversi concorsi letterari. Leggerli è come sfogliare un mazzetto di fotografie, Polaroid appunto. Proprio quelle descritte nel titolo del volume. Esaminandole però in controluce, come ci costringe a fare l’autrice, appaiono ombre inaspettate che compongono immagini nuove. 

Ognuno dei racconti ci parla di un aspetto imprevisto della complessità dell’animo umano, portandoci a fare i conti con noi stessi, con quello che siamo o, più spesso, con quello che abbiamo sognato di essere. I personaggi descritti sono perfettamente integrati in una società reduce dal trauma di una pandemia e dagli strascichi psicologici del relativo lockdown. 

La solitudine, a volte, conduce a uno stato emotivo fortemente negativo ma, come in un racconto di questa raccolta, può anche portare a una maggiore consapevolezza di sé, svelando ciò che per troppo tempo abbiamo cercato di ignorare.

Condividere i propri sentimenti è sempre un bellissimo gesto, così come concedere la propria fiducia. Succede però che le persone che la vita ci pone dinnanzi non ne siano degne e l’esito dell’incontro risulti essere molto diverso da quello che ci saremmo aspettati.

La pandemia di Covid19 di qualche anno fa per molti ha significato un lungo periodo di isolamento in casa. Qualcuno lo ha mal tollerato, qualcuno lo ha messo a frutto studiando o imparando qualcosa di nuovo, altri hanno fatto i conti con la loro vita e con le persone a cui, tempo prima, avevano scelto di stare vicino. Molti di noi hanno vissuto questa esperienza in prima persona, tutti con risultati diversi.

L’autrice in questa antologia traccia un ritratto realistico della nuova società che tutti abbiamo contribuito a creare e che ora ci sorprende con nuovi risvolti e incongruenze che non saremmo stati in grado di prevedere.  

Daniela Piras ha già pubblicato con la stessa casa editrice Un modo semplice (2020) e Leo (2017); con l’editore Del Bucchia, nel 2015, è uscito il suo testo Crash

Erna Corsi

Foto in alto: Daniela Piras 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
7 − 6 =