Gestire l’abbandono con una canzone? Shakira lo fa (bene) senza mezzi termini

shakira
L’ultima canzone della cantautrice colombiana la porta al centro delle polemiche, ma come dice lei: «Le donne non piangono più, le donne fatturano.»

Da qualche giorno sta imperversando nel web l’ultima canzone di Shakira portandosi dietro tutta una serie di letture, pareri e, soprattutto, polemiche. Ovviamente la cosa che ha destato più scalpore, nel bene e nel male, è il testo di Shakira, cioè un vero e proprio attacco all’ex marito Gerard Piqué e alla sua nuova compagna.

Music Session Vol.53, realizzata in collaborazione con il produttore Bizarrap e uscita lo scorso 11 gennaio, ha già superato i sette milioni di visualizzazioni su YouTube. Musica accattivante, canto impeccabile e soprattutto un testo che non lascia niente al sottinteso. Ma è proprio per quello che Shakira afferma che sono nate tante polemiche, soprattutto legate ad alcuni versi della canzone che mercificherebbero la donna. «Hai scambiato una Ferrari con una Twingo. Hai scambiato un Rolex con un Casio» le parole incriminate, ma onestamente io non penso affatto che Shakira intenda mercificare il valore della donna, bensì leggo questi versi in una chiave molto più umana e sentimentale: io sono meglio di lei. Cosa c’è di male a ritenersi migliori della ragazza (con la metà dei tuoi anni, da qui la frase: «Io valgo come due di ventidue») con cui tuo marito ti ha tradito e per la quale ti ha lasciata? A me sembra solo un normalissimo sfogo di una donna ferita e, forse, anche un po’ umiliata, ma di certo non debole e lagnosa. Perché Shakira è una donna forte e moderna che non si piange addosso ma in un certo senso esorcizza con la sua arte quello che le è successo. «Le donne non piangono più, le donne fatturano» canta, e in effetti in pochi giorni la canzone ha fatto il giro del mondo più volte, raccolto consensi e anche dissensi, ma soprattutto fa parlare di sé e monetizza. Io non ci vedo niente di sbagliato, lo si fa da sempre. Canzoni, ma anche letteratura, cinema, pittura, scultura… Ogni cosa sia intrisa d’arte è intrisa di sentimenti e non è mai sbagliato buttarli fuori in qualche modo, anzi è terapeutico.

A Shakira riconosco l’enorme pregio di non aver avuto paura di buttarsi in pasto sia ai benpensanti che ai malpensanti. Sono sicura sapesse benissimo che la canzone avrebbe sollevato più di un parere discordante, ma so per certo che ne ha generati anche di favorevoli. Nel suo testo si possono leggere dolore, rabbia, orgoglio ferito, delusione, tradimento, ma anche tanto amor proprio e un forte senso di dignità (che sono certa molti hanno scambiato per boria). Per me è dignitoso ammettere la ferita ed è dignitoso anche rialzare la testa con una canzone decisamente orecchiabile che non risparmia niente a nessuno. A mio parere poteva evitare di attaccare anche Clara Chia Marti, dopotutto è stato Piqué a tradirla, ma Shakira canta il proprio sentire, non il mio né quello di qualcun altra. E poi dove sta scritto che si deve sempre stare in silenzio a subire?

Stamattina sui social ho letto questa frase: «Le donne non sanno gestire un abbandono e ci scrivono una canzone, gli uomini commettono un femminicidio.» Io non so se Shakira abbia elaborato nel modo giusto l’abbandono, ma so che Piqué e la sua amata sono vivi, liberi e felici. Avrei di gran lunga preferito ascoltare molte più canzoni così, leggere poesie, romanzi, racconti, osservare quadri, vedere quei sentimenti espressi nell’arte, bella o brutta non importa. Invece sono obbligata a leggere di donne uccise per quello stesso abbandono, già tre quest’anno, e siamo appena a metà del primo mese. Shakira non è stata elegante, anzi femminile, a recriminare con tanta chiarezza? Non sarà femminile in senso canonico, ma è certo, però, che sia stata coraggiosamente femminile oltre il consueto.

Serena Pisaneschi

Foto in alto: Shakira durante un concerto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
10 + 10 =