27 gennaio: dieci libri e dieci autrici per tenere viva la memoria

27 gennaio
«Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo». In queste parole di Anna Frank tutto il senso del Giorno della Memoria, ricorrenza che si celebra ogni anno in gran parte del mondo.

Era il 27 gennaio 1945 quando le truppe dell’Armata Rossa entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz e posero fine alla prigionia di migliaia di ebrei. Dal 2005 – per l’Italia dal 2000 – il 27 gennaio è riconosciuto dall’ONU come la Giornata della memoria. Dieci libri, dieci autrici per non dimenticare.

Diario di Anna Frank di Anna Frank;

Vivere e sopravvivere diario 1936-1945 di Dora Klein;

Diario 1941-1943 di Etty Hillesum;

Il violino di Auschwitz di Maria Angels Anglada;

Il treno dell’ultima notte di Dacia Maraini;

Il mistero della buccia d’arancia, di Lia Tagliacozzo;

Le gemelle di Auschwitz di Eva Mozes Kor e Lisa Rojani Buccieri;

Mi chiamo Lily Ebert e sono sopravvissuta ad Auschwitz di Lily Ebert e Dov Forman;

Auschwitz Blocco 10 di Magda Hellinger, Maya Lee e David Brewster;

Le sarte di Auschwitz di Lucy Adlington.

Cinzia Inguanta

Foto in alto: locandina di Schindler’s List, film del 1993 diretto e prodotto da Steven Spielberg.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
23 − 11 =