Lucy Smith e Pauline Ranken:  sempre più su, per passione e per sfida

Lucy Smith e Pauline Ranken
Aprile 1908: le due scalatrici attaccano una parete vertiginosa delle Highlands scozzesi, il Salisbury Crags,  una delle più difficili tra le montagne gelide del nord dell’Inghilterra,  di fronte allo scetticismo generale e armate solo di una singola corda di canapa legata alla vita e zuppa di pioggia. 

Quel giorno di aprile del 1908 dal cielo piovevano secchi di acqua fredda ma loro, Lucy Smith e Pauline Ranken, volevano arrivare in cima, e ci arrivarono, in tutti i sensi. La loro impresa cambiò la prospettiva della scalata, che fino a quel momento era stata appannaggio di soli uomini: diedero vita all’alpinismo fatto non da uomini, ma dagli esseri umani. Lucy Smith e Pauline Ranken:  sempre più su, per passione e per sfida, quando tutti le avrebbero volute più in basso.

Indossavano lunghe gonne, scarpe e cappelli “da femmina”, e sfidarono il mostro verticale armate solo di una corda impregnata di acqua piovana, e quindi pesantissima, legata in vita. Il mostro era fatto di strapiombi, colonne di roccia e piccoli “scalini” della larghezza di qualche centimetro, peraltro umidi e scivolosi.

Ma le due donne, mosse dal morso della sfida nei confronti dello Scottish Mountaineering Club, il club di alpinisti a cui erano ammessi solo uomini, arrivarono in cima, e lo fecero attraverso un percorso mai praticato fino a quel momento. Il Mountaineering Club rimase loro vietato, ma da quel giorno ogni volta che Lucy e Pauline si cimentavano in una arrampicata, tutti gli uomini del Club si riunivano a guardarle ammirati, dal basso.

Fu così che Smith, insieme a Jane Inglis Clark e la figlia di quest’ultima, Mabel,  fondarono  il Ladies’ Scottish Climbing Club, un club per sole alpiniste, che nemmeno un anno dopo contava già quattordici iscritte, alcune delle quali divennero le migliori arrampicatrici del mondo e che oggi ne conta ben centoventi, restando il più antico club di arrampicata per sole donne. 

Una curiosità: il presidente del club che le escludeva  era il padre della signorina Smith, e il marito della signora Clark ne era il segretario

Elena Marrassini

Foto in alto: Lucy Smith e Pauline Ranken

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
12 + 14 =