Ci si nasce di Caterina Corucci e Aria di Manuela Mannino

drabble-i-parolanti - caterina corucci - manuela mannino
Due piccole opere narrative tratte da #DRABBLE 60 storie in 100 parole una pubblicazione de I Parolanti curata da Erna Corsi, Friedrich L. Friede e Laura Massera.

Ci si nasce di Caterina Corucci

Margherita piangeva, la madre la prese dalla culla tenendola con un braccio, con l’altro telefonava. La sentì sfuggire, cercò di afferrarla per una gamba ma le scivolò, riuscì allora a bloccarla per la caviglia e la bimba restò appesa a testa in giù come una bestiolina.
Ora la madre sta pulendo le scarpe della figlia e il plantare esce dalla Reebok; Margherita ha tredici anni e una lieve asimmetria del bacino che rende una gamba più lunga dell’altra. Di poco, ma da plantare.
«Cose che succedono,» disse l’ortopedico, «ci si nasce.»
«Già» fece lei. «Ci si nasce.»

Caterina Corucci
Caterina Corucci

Caterina Corucci è nata nel 1966 a Livorno; lavora come docente nella scuola primaria. Il suo primo libro, Sillabario delle cose fuori posto (Valigie Rosse, 2018), si è classificato terzo al Premio Letterario Città di Siena. Ha inoltre pubblicato E pensai che sette vite non erano abbastanza (Carmignani Editrice, 2019) e suoi racconti sono presenti in varie antologie tra cui Al di là della Tela (Carmignani 2020) e Il grande racconto di Modigliani (Edizioni Della Sera 2020). È autrice e redattrice della rivista letteraria Offline.

Aria di Manuela Mannino

È ciò che provano gli impiccati? Questa fame d’aria, il bruciore alla gola. Impiccati sfortunati, quelli che non muoiono per la caduta che spezza il collo. Quelli che cercano di allargare il cappio e scalciano l’aria. E poi la pressione dei bulbi oculari che vogliono scoppiare, già me li immagino mentre schizzano fuori e rimbalzano sul pavimento della camera. Rimbalzerebbero?
È sempre più stretto, i polmoni bruciano, reclamano aria.
Metto tutta la forza che ho nell’ultimo gesto disperato di difesa, devo liberarmi.
Non ci riesco.
Addio cazzo di maglietta col collo stretto e taglio la cerniera impigliata.

Manuela Mannino
Manuela Mannino

Manuela Mannino, siciliana, laureata in Agraria ha svolto diversi incarichi lavorativi; oggi è moglie, mamma e scrive. Ha partecipato al Premio Nazionale Themis con il racconto Pietre al sole pubblicato nell’antologia dedicata. Nel 2018 pubblica per bookabook il suo romanzo Anonima. Vince il premio nazionale Wattys con Due Aprile e, sempre con lo stesso, nel 2019 si classifica nei primi dieci al concorso Mursia – RTL 205 Romanzo Italiano. Nel 2020 pubblica con I Parolanti due drabble nella raccolta #drabble 60 storie in 100 parole.

drabble -caterina corucci - manuela mannino

©2020 I Parolanti
il blog
il Gruppo FaceBook

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
24 × 23 =