Rossana Banti, addio alla “ricercata” ragazza con il cappotto rosso

Rossana Banti - giovane
È morta a novantasei anni, una delle “ragazzine terribili” della Resistenza, un’eroina di cui non dimenticheremo le gesta.

Rossana Banti, sicuramente una donna oltre il consueto, si è spenta il 5 ottobre nella (elettivamente) sua Sicilia a novantasei anni, dopo una vita a dir poco romanzesca. Romana classe 1925, aveva iniziato come staffetta, in seguito era entrata nei GAP (Gruppi di Azione Patriottica) per poi essere arruolata dal SOE (Special Operation Executive), il servizio segreto britannico. Partecipò a “missioni impossibili” dietro le linee tedesche.

A Roma la Gestapo cercava la “ragazza con il cappotto rosso”. L’avevano vista girare tante, troppe, volte sempre con uomini diversi e sempre con una valigia in mano. Rossana Banti, partigiana, usava il trucco della “coppietta” per trasportare esplosivi. Inizialmente le avevano proposto solo materiale di propaganda, ma lei voleva fare di più.

Rossana Banti
Rossana Banti

Non la presero mai. Rimase un intero mese barricata in casa, quando le cose si misero male, ma non riuscirono a catturarla. Gli inglesi arrivati a Roma dopo la liberazione, l’arruolarono nelle forze speciali. Rossana prese anche il brevetto di paracadutista.

Parte attiva nella liberazione dell’Italia, diede un grande contributo alla Resistenza. Ricevette tre medaglie al valore dal governo inglese, che però le furono consegnate solo nel 2015. Sorpresa, commentò il fatto dichiarandosi profondamente onorata, «Ma sono anche imbarazzata, è successo tutto settanta anni fa e io oggi sono una old girl. Per l’amor di Dio…».

Finita la guerra sposò Giuliano Mattioli, anche lui agente SOE, con il quale ebbe due figli, anche se poi le loro strade si separarono. Ha lavorato per la Rai e per la BBC. Tutta la Redazione de L’Altro Femminile rende omaggio a Rossana Banti, una grande donna, un’eroina di cui non dimenticheremo le gesta.

Cinzia Inguanta

Foto in alto: Rossana Banti negli anni della guerra

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 × 3 =