The Glorias: la vita on the road di Gloria Steinem icona mondiale

The Glorias
Un film al plurale per raccontare l’ironica e pacata scrittrice e attivista americana fonte di ispirazione per molte. Annunciata la sua presenza a L’eredità delle donne.

The Glorias è un film del 2020 diretto dalla regista Julie Taymor. La pellicola è tratta dal libro autobiografico My Life on the Road di Gloria Steinem, femminista, attivista, giornalista e scrittrice statunitense. Il film ripercorre come fosse un viaggio la sua lunga vita fin da bambina. Steinem cresce in una famiglia che viaggiava in roulotte perché il padre, personaggio un po’ atipico, era un venditore ambulante. The Glorias ripercorre le sue esperienze di vita a partire da quella familiare, passando dalla separazione dei suoi genitori, fino al tempo trascorso in India dove incontrerà donne di una cultura e tradizione distante da quella americana che saranno solo l’inizio della sua formazione.

Gloria studia e inizia a lavorare come giornalista senza poter accettare pregiudizi e discriminazioni in una redazione dove qualcuno pensava fosse destinata a fare il caffè per i colleghi. Le sue capacità come scrittrice dimostreranno che è in grado di fare ben altro, ma la strada per la parità è ancora molto lontana. Grande popolarità le venne dalla pubblicazione di un diario scritto mentre lavorava sotto copertura come coniglietta al Playboy Club. Negli anni successivi, e siamo nel fatidico 1968, Gloria si afferma come figura di spicco del movimento femminista americano. Nel 1972 fonda la rivista Ms, sulla quale i media dell’epoca sono pronti a scommettere che sarà un fallimento: la rivista è tutt’ora attiva. Come tutto questo viene rappresentato nel film è esilarante, ma anche emblematico.

Gloria Steinem - the glorias
Gloria Steinem

Il plurale del titolo del film ha una prima spiegazione palese. Sono quattro le Glorias del film, per quattro età diverse della sua vita. Sono quattro le bravissime interpreti tra le quali Alicia Vikander (Gloria da giovane) e Julianne Moore, che personalmente adoro,  per la Gloria adulta. In realtà potremmo pensare anche a tutte le Glorias che la vera Steinem ha incontrato. Le tante donne che ha conosciuto, ascoltato e con le quali ha collaborato. Gli aspetti della sua personalità che maggiormente emergono dalla pellicola sono la capacità di restare in ascolto del mondo che la circonda, per poi vivere la propria vita secondo i valori di uguaglianza e rispetto in cui crede, mantenendo sempre una buona dose di ironia e di pacatezza che conquistano.

Sembrano trascorsi secoli dalle prime battaglie femministe del sessantotto e credo che la visione di questo film possa essere un interessante spunto di riflessione. Occorre non scordare il passato per affrontare meglio le sfide che ancora ci attendono verso una parità di genere democratica. Se poi qualcuno ancora volesse attribuire una connotazione negativa alla parola femminismo, allora, forse, avrebbe qualche motivo in più per vederlo.

Gloria Steinem oggi ha ottantasette anni e continua a svolgere attivismo politico come commentatrice, scrittrice e organizzatrice di conferenze. Nel  2005 insieme a Jane Fonda e a Robin Morgan fonda il Women’s Media Center, un’organizzazione che ha lo scopo di valorizzare la voce delle donne. Se siete curiosi/e di conoscerla, a breve ne potreste avere l’occasione perché sembra che sia fra gli ospiti del festival L’eredità delle donne che si terrà a Firenze alla fine di ottobre. Nel frattempo vi auguriamo una buona visione su Amazon Prime.

Paola Giannò

Foto in alto: Julianne Moore nel ruolo di Gloria Steinem nel film The Glorias

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
5 × 3 =