Il Teatro delle Donne in Toscana torna in presenza

Maria Cristina Ghelli, Teatro delle donne
Un palcoscenico alla ricerca del punto di vista femminile per uno spaccato di società in cui le donne siano protagoniste.

Il Teatro delle Donne dal 12 luglio 2021 torna in presenza alla Festa del Teatro di San Miniato (PI) con La metafisica della bellezza, lettere dalle case chiuse alla senatrice Merlin con Elena Arvigo e Amanda Sandrelli. Lo spettacolo nasce dal desiderio di indagare la pornografia della verità attraverso la figura della prostituta, utilizzando le lettere originali scritte alla senatrice Lina Merlin. Sono lettere di donne piene di speranza, dignità e gratitudine per colei che ha concretamente mostrato interesse verso la loro situazione.

Lina Merlin fu la prima donna a essere eletta in Senato e una delle 21 donne dell’Assemblea Costituente. Grazie alla sua tenacia e al suo impegno, nel 1958 la prostituzione legalizzata venne abolita e sparirono le cosiddette “case chiuse”. Lina Merlin immaginava per queste donne perdute un futuro diverso e migliore.

Il Teatro delle Donne, nato nel 1991 da un’idea di Maria Cristina Ghelli, è un centro di produzione drammaturgica contemporanea all’avanguardia. Hanno aderito da subito autrici, attrici, registe, operatrici e studiose del settore, fra cui Dacia Maraini, Barbara Nativi, Laura Caretti, Lucia Poli, Athina Cenci, Valeria Moretti, Donatella Diamanti, Lia Lapini.

Il Teatro delle Donne si impegna per un teatro che sia stimolo critico, promotore di una drammaturgia che rappresenti la contemporaneità, che riveli un universo al femminile mai abbastanza esplorato e alcune tematiche, come la violenza contro le donne, che non possono più essere differite. Attraverso i testi che mette in scena ricerca sempre un punto di vista femminile, uno spaccato di società in cui le donne siano protagoniste.

Ha prodotto e diffuso spettacoli innovativi, collaborando con moltissime autrici. Dacia Maraini ha dato un importante contributo scegliendo nel 2004 il Teatro Manzoni di Calenzano come sede della Scuola Nazionale di Scrittura Teatrale. L’attività di formazione prosegue, con il nuovo direttore Andrea Nanni, per coloro che intendono avvicinarsi alla pratica attoriale e alla scrittura teatrale.

Sul sito de Il Teatro delle Donne è disponibile la programmazione dei prossimi eventi per un teatro che può finalmente ripartire. È consultabile anche un interessante archivio di testi al femminile e un dizionario di autrici italiane di teatro, dove poter reperire informazioni dettagliate sulle loro attività.

Paola Giannò

Foto in alto: Maria Cristina Ghelli, fondatrice del Teatro delle donne

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
10 + 22 =