Terzo ciclo di “Pensare il presente” al Circolo della Rosa di Verona

Circolo della rosa
C’è sempre più bisogno di parole competenti, pratiche che partano dal qui e ora e gesti che aprano a mondi nuovi, nel presente.

In un mondo sempre più armato e violento nel privato e sulla scena pubblica, rischiamo di assuefarci a quello che Hannah Arendt ha definito banalità del male. O di concederci a una polarizzazione estrema che semplifica storie complesse e separa con l’accetta torti e ragioni, bene e male.

Di fronte a silenzi o al contrario a ostentazione d’arroganza, di fronte al rifugio nell’indifferenza o nel servilismo, c’è sempre più bisogno di parole competenti, di pratiche che partano dall’esperienza qui e ora. Gesti che indichino una libera ricerca di senso, gesti che aprano fessure verso mondi nuovi. Nel tempo presente, adesso.

Adesso è adesso, questo il titolo scelto per gli incontri organizzati dal Circolo della Rosa nella sede di via Santa Felicita 13, si è aperto il 20 marzo con le riflessioni delle filosofe Annarosa Buttarelli e Chiara Zamboni su Il femminismo in mare aperto in un’epoca di violenza.

Il ciclo proseguirà con quattro appuntamenti che si terranno, sempre nella sede del Circolo, il venerdì alle 17:30. Questo il calendario:

5 aprile, Ida Dominijanni, filosofa e giornalista : Realtà e verità: la pornografia dell’orrore; Giulia Siviero, femminista e giornalista: Il giornalismo occidentale e la narrazione del conflitto.

10 maggio, Marco Deriu, sociologo, e Corrado Donisi, gruppo di uomini di Verona: Voci di uomini.

15 aprile Ida Travi, poeta e Chiara Zamboni: Prova a dire in che epoca vivi. La poeta presenterà la sua ultima pubblicazione, I Tolki, edito da Il Saggiatore, che riunisce i suoi libri precedenti in un unico volume.

17 maggio, Margherita Anselmi, Simonetta Bungaro, Laura Di Paolo, Federica Fortunato, Ivana Francisci, Marina Giovannini, Manuela Moretti e altre musiciste, come loro provenienti dal Conservatorio di Trento, con voce e musica proporranno Sul filo di Antigone: compositrici e interpreti tra evocazione, filosofia e sconcerto.

La partecipazione è libera. Per informazioni info@circolodellarosavr.org.

Serena Betti

Foto Circolo della Rosa

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
8 × 14 =