Top Ten di Natale 2023, a cura di Serena Pisaneschi. Di donne e d’amicizia

natale
Che sia di vecchia data, un po’ più giovane o appena nata, il grande valore dell’amicizia femminile è una questione indiscussa.

Per la top ten di Natale ho deciso di parlare di amicizia femminile. Innumerevoli sono le storie che contengono questo tema e non è stato facile sceglierne solo dieci.

Kate e Tully in Firefly Lane. Amiche fin dall’adolescenza, le due donne, con storie personali, caratteri e ambizioni diametralmente opposti, rimangono una a fianco all’altra anche scontrandosi a volte, ma comunque unite a doppio filo. Due Dancing queen che non hanno mai smesso di ballare.

E parlando di Dancing Queen non posso non citare Donna, Rosie e Tanya, le tre protagoniste di Mamma mia!. Chiamate a raccolta per il matrimonio di Sophie, la figlia di Donna, le tre amiche di lunga data si ritroveranno a vivere i giorni della loro gioventù, tra passato e presente.

Credo che non ci sia bisogno di troppe parole per introdurre Thelma e Louise, una delle più celebri coppie di tutto il panorama hollywoodiano. Geena Davis e Susan Sarandon danno vita a due donne straordinarie, amiche oltre ogni limite.

Un’altra storia di amicizia molto forte, che nasce da premesse tutt’altro che favorevoli, è quella di Jen e Judy, protagoniste di Dead to me. Ci sono volte in cui il potere dell’amicizia va ben oltre i canoni convenzionali.

Se sentite una donna parlare di un’altra donna definendola «la sua persona» è indubbio che sia una grande appassionata di Grey’s Anatomy. Meredith e Cristina hanno riscritto la definizione di amicizia fra donne, amicizia che va oltre gli amori e le famiglie, oltre tutto quello che non è loro due.

Uno dei quartetti più famosi degli anni a cavallo tra i novanta e duemila è sicuramente composto da Miranda, Carrie, Samantha e Charlotte, frizzanti protagoniste di Sex and the city. Moda, sesso, emancipazione, carriera, ambizioni, amori. Le quattro amiche newyorkesi ci portano all’interno delle rocambolesche vite e della loro solida amicizia.

Completamente all’opposto sotto ogni aspetto, Aimee e Maeve, protagoniste di Sex education, vivono un legame molto profondo sostenendosi a vicenda. Dolcezza e ingenuità da un lato e acume e femminismo dall’altro, aspetti diversi di personalità che s’incastrano benissimo.

Faccio un altro salto indietro nel tempo per parlare di un altro duo di donne che ha segnato l’immaginario prima letterario e poi cinematografico. Sto parlando di Idgie e Ruth, protagoniste di Pomodori verdi fritti, romanzo di Fannie Flagg. Nel romanzo Idgie e Ruth sono più che amiche, in realtà, e anche a me piace immaginarle felici e innamorate.

Anche Elisa e Beatrice, protagoniste del romanzo di Silvia Avallone Un’amicizia, sono diametralmente opposte. Eppure instaurano un’amicizia profonda, potente e conflittuale, come sono negli anni dell’adolescenza è possibile vivere e che, forse, non si replicherà più.

Qualche giorno fa ho visto una miniserie che parla di amicizia, una di quelle che fa ridere e piangere. Olga, Leo, Carol, Sara e Alma sono Le ragazze dell’ultimo banco, insieme affronteranno un viaggio e delle sfide che metteranno in discussione chi sono e cosa vogliono.

Serena Pisaneschi

Foto in alto: Susanne Jutzeler su Pexels

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 18 =