Illustrazione: Nefastia, l’orrore e il dolore per Mahsa

È bastata qualche ciocca di capelli per scatenare la follia di un regime che nega libertà e diritti alle donne.

Nei giorni scorsi tutto il mondo è stato sconvolto dalla storia della giovane Mahsa, morta per le percosse ricevute. “Sessione di riabilitazione”, così è stato chiamato il pestaggio avvenuto nel furgone degli agenti che l’hanno arrestata per avere avuto qualche ciocca fuori posto. Picchiata a sangue, Mahsa è giunta in ospedale già cerebralmente morta.

Tutta la redazione de L’Altro Femminile è al fianco delle donne iraniane e le sostiene nei gesti di protesta che stanno compiendo. Donne che vivono in un mondo che le vede private dei diritti fondamentali e della libertà di vivere. L’omaggio di Gloria Wardlow, e di tutte noi, vuole mandare un messaggio di sorellanza e sostengo a tutte le donne che si trovano a combattere giorno dopo giorno.

Gloria Wardlow

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 + 5 =