Top ten di Natale e dintorni a cura di Erna Corsi

consigli per il natale
Libri, film, musica, di tutto un po’. Dieci suggerimenti per le nostre lettrici e i nostri lettori insieme agli auguri di tutta la Redazione de L’Altro Femminile, donne oltre il consueto.

Dieci consigli per il Natale, idee e spunti, da seguire oppure no, che parlano di noi.

1. La serie tv: Happy (2012) è una serie tv ispirata all’omonimo fumetto di Morrison e Robertson. Dissacrante e irriverente, sovverte tutti i simboli del Natale: dal Babbo con l’abito rosso alla famigliola perfetta, dalle decorazioni alla meraviglia dei bambini. Una situazione paradossale quanto agghiacciante porta un uomo, già sull’orlo del baratro, a riscoprire le sue priorità. 

2. Il romanzo: Fuga dal Natale di John Grisham (2001). In America, nelle zone residenziali, il Natale significa principalmente decorazioni, lucine, regali, pranzi e cocktail party con amici e parenti. L’unica figlia dei coniugi Krank è volata in Sudamerica come volontaria e la coppia rimane sola per le feste: Luther e Nora decidono quindi di rinunciare a tutto questo per regalarsi una splendida vacanza. Ci riusciranno davvero?

3. Il lungometraggio: Festa in casa Muppet (1992), il celeberrimo racconto di Dickens A Christmas Carol interpretato dai pupazzi del Muppet Show. I fantasmi del passato, del presente e del futuro porteranno ancora il loro messaggio all’avaro Scrooge. Commovente per i grandi, divertente per i bambini; per rinnovare lo spirito del Natale e affrontare le feste con il sorriso.

4. Il libro per bambini: Piccola Renna (2008), un libro illustrato da Rachel Baines e edito per l’Italia da Emme Edizioni. Nella stalla di Babbo Natale fervono i preparativi per il viaggio più importante dell’anno. Per le renne è un onore trainare la slitta con i doni per tutti i bambini, e Piccola Renna sogna il giorno in cui potrà finalmente contribuire.  

5. La novità: L’ultimo Natale di Mrs. Dalloway (2021), di Cinzia Inguanta: è iniziata la campagna di preordine per questo libro che arriverà sugli scaffali delle librerie al termine della stessa. I quattordici racconti che lo compongono si svolgono nei giorni intorno a Natale, e tratteggiano personaggi che si sfiorano senza incontrarsi mai davvero, ognuno chiuso nella sua personale solitudine, palese o celata che sia. Solo il finale svelerà l’identità della protagonista, attraverso il suo ultimo Natale.

6. Le decorazioni: il Biedermeier è una tecnica per realizzare decorazioni con spezie, piccole pigne e frutta essiccata. Le composizioni donano un delizioso profumo natalizio alla casa. Prepararle chiacchierando con le persone care predispone il cuore allo spirito di questa festa. 

7. Il classico: Il piccolo Lord, il film per la televisione del 1980, immancabile alla vigilia di Natale. Il giovanissimo Lord Fauntleroy con l’iconico caschetto biondo è una presenza fissa sui teleschermi della vigilia. L’inarrestabile bontà d’animo e la fiducia spropositata che il giovane ripone nel suo prossimo, fanno di questa pellicola lo strumento ideale per rianimare giusto in tempo lo spirito natalizio di ognuno di noi.

8. Gli auguri: volete stupire tutti con biglietti d’auguri personalizzati, che colpiscano lasciando davvero il segno? Il libro Aforismi di Oscar Wilde è perfetto per trovare la frase adatta a ognuno, con ironia e saggezza. E se non vi va di scrivere biglietti, questo volume è un’ottima idea per un regalo. 

9. Lo zabaione: montate 6 tuorli e 120 grammi di zucchero semolato in una terrina di acciaio. Quando saranno chiari e spumosi incorporate lentamente 60 grammi di liquore Marsala. Potete aumentare la dose fino a 120 grammi, se vi piace. Continuando a mescolare con le fruste, cuocete lo zabaione a bagnomaria per 10 minuti, facendo attenzione che non prenda mai il bollore. Immancabile per le feste natalizie, è perfetto con i biscotti di pasta frolla o pan di zenzero, ma può essere servito anche da solo, in tazza, per scaldare mani e cuori.

10. La sfida: avete mai provato a contare quante canzoni di Natale riempiono radio, negozi, e supermercati già da fine novembre? Eppure ce n’è una che si ripete con insistenza disarmante. Whamageddon vi sfida ad attraversare tutto l’avvento senza mai sentire la canzone Last Christmas degli Wham. La leggenda narra che nessuno ci sia mai riuscito. E voi? Fatecelo sapere…

Erna Corsi

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
5 + 25 =