Twelve Girls Band: una dozzina di musiciste e la loro libertà

Twelve Girls Band
Una band al femminile, tutta made in China, che coniuga gli strumenti tradizionali della propria cultura con la musica contemporanea.

Cercavo musica cinese da ascoltare per impratichire la lingua con qualche canzonetta e mi è invece capitata questa dozzina di musiciste e la loro Libertà: le Twelve Girls Band, in cinese: 女子十二乐坊 (Nǚzǐ shí’èr lè fāng). L’energia della loro musica rapisce letteralmente. La cosa particolare che fanno è coniugare strumenti tradizionali cinesi con musica contemporanea. Alcune cover, certamente, ma anche molte proposte loro, che hanno tutte in comune l’utilizzo della serie completa di strumentazione cinese, come i flauti dizi e xiao, il tipico “violino” cinese, chiamato erhu, il pipa, che è una sorta di liuto, il guzheng, eccetera.

Certo non mancano basi di percussioni occidentali, ma la maggior parte del lavoro è fatto da loro e dai loro bellissimi strumenti che suonano con una coordinazione perfetta come fossero atlete alle olimpiadi. Non ho trovato nulla da cantare, ma in compenso mi sono ritrovata con la voglia di danzare al ritmo dei loro lavori. Purtroppo in Occidente sono reperibili solo due o tre album in cui compaiono da sole, uno di questi è Eastern Energy dove si può trovare una bella cover di Clocks dei Coldplay oltre ad altri tredici brani tra cover e produzioni proprie. Tra le mie preferite, contenuta nell’album, Forbidden City che si può ascoltare su YouTube come anche alcuni dei loro altri lavori, e Freedom, Libertà, molto potente dal ritmo incalzante. La Twelve Girls Band fu fondata il 18 giugno 2001 da Wang Xiaojing ed è un gruppo di artiste della Beijing Century Xingdie Culture Communication Co., Ltd.

La band contava più di dieci persone all’inizio della sua formazione. Dal 2003, il numero si è stabilizzato a tredici. Durante il suo periodo di massimo splendore, era attiva nella scena musicale di Cina e Giappone, e ha anche ricevuto risposte entusiaste nel sud-est asiatico, Europa e Stati Uniti. Nel 2006, Zhang Shuang si è ritirata dal gruppo, così come hanno fatto anche  Yin Yan, Zhan Lijun e Ma Jingjing due anni dopo.  Wang Lin (ex membro della Little Girls 12 Band) ha assunto la posizione di Yin Yan, e Ma Yajing (ex membro della Half Dozen Roses) quella di Ma Jingjing. In questo modo, ben quattro musiciste suonavano l’erhu, il violino cinese.

All’inizio del 2009, i tre ex membri hanno organizzato la loro band Alive2 e hanno pubblicato l’album Alive2-Again. La storia poi sarebbe lunga perché è un continuo sciogliersi e riunirsi di formazioni, ma tutte le ragazze di questa dozzina di musiciste e la loro libertà vengono da prestigiose scuole di musica cinesi. Tutte sono preparate ed energiche. È un gran peccato che in Italia ci sia così poca cultura musicale in generale, c’è tanto da scoprire, in tutto il mondo.

Laura Massera

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
14 − 8 =