A Private War: la guerra privata di Marie Colvin

a private war- Marie Colvin
Gli ultimi dieci anni di vita della coraggiosa corrispondente di guerra del Sunday Times nel bel film del debuttante Matthew Heineman.

A Private War è un film del 2018 diretto da Matthew Heineman al suo debutto con un lungometraggio. Il regista, già noto al pubblico per i suoi documentari, con questa pellicola  ripercorre gli ultimi dieci anni di vita della corrispondente di guerra del Sunday Times Marie Colvin, morta in Siria a 56 anni nel 2012 mentre seguiva l’assedio della città di Holms.

Protagonista è una bravissima Rosamund Pike nei panni della coraggiosa reporter che ha dedicato la vita a raccontare al mondo alcune delle molte guerre di questo nostro tempo come in Kosovo, Cecenia, Afghanistan,  Iraq,  Libia e in Sri Lanka dove perse un occhio. Sarà costretta ad indossare una benda e questo drammatico episodio  la perseguiterà con le conseguenze di un disturbo post-traumatico da stress, che in modo stoico quanto stupido cercherà di negare.

Marie Colvin
Marie Colvin

Ha seguito ogni guerra avventurandosi anche dove non avrebbe potuto e talvolta dovuto. Sentiva l’urgenza di mostrare  il dolore, la fame  e le indicibili sofferenze di civili costretti a vivere inferni in terra. Sosteneva che il suo lavoro fosse testimoniare. Non è mai stata interessata a sapere quali modelli di aerei avessero appena bombardato un villaggio. Marie si sentiva in dovere di andare a vedere con i propri occhi perché altri non dovessero farlo.

Il film ripercorre la sua vita a partire da dieci anni prima della sua morte. I suoi impegni professionali si intrecciano alla sua vita privata regalandoci uno spaccato intenso e drammatico. Matthew Heineman per questa volta abbandona il suo sguardo da documentarista, senza tuttavia perderlo, per mostrarci anche una donna determinata, sensibile, disposta a correre rischi altissimi per assolvere l’ingrato compito che si era assegnata.

Allo stesso tempo emergono le sue umane debolezze come il dolore di non essere madre, le incomprensioni di coppia, la sua mancata maternità ma soprattutto la dipendenza dal dover ogni volta partire perché il mondo deve sapere. Marie Colvin era una donna dalle mille sfaccettature, ma vera eroina dei nostri tempi. Il film è disponibile su Raiplay e noi ve ne consigliamo vivamente la visione.

Paola Giannò

Foto in alto: A private war, Rosamund Pike nei panni di Marie Colvin

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Solve : *
16 × 3 =