“Better Call Saul”, Kim Wexler anima inquieta e fulcro narrativo della serie

Kim Wexler
Figura complessa e tormentata, la cui ambizione si scontra con la sua moralità, in un conflitto interiore lacerante.

Better Call Saul, prequel di Breaking Bad, ci porta nella discesa di Jimmy McGill verso il suo alter ego Saul Goodman. Ma al centro della serie brilla un personaggio complesso e affascinante: Kim Wexler, interpretata magistralmente da Rhea Seehorn.

Una figura che rifulge per la sua ambiguità, il suo fascino tormentato e il ruolo chiave che ricopre nella trasformazione dell’eroe. La serie si è imposta come capolavoro a sé stante, capace di conquistare critica e pubblico con la sua complessità narrativa e la caratterizzazione dei personaggi.

Kim Wexler è un avvocato idealista, combattuta tra il desiderio di fare la differenza e la tentazione di cedere alle scorciatoie. La sua etica traballa di continuo, sempre in bilico tra il rispetto delle regole e l’attrazione verso l’ambiguità morale di Jimmy.

Nel corso delle sei stagioni, assistiamo a un’evoluzione profonda della nostra eroina. Kim si emancipa dalla figura di Jimmy, diventando una donna indipendente e assertiva. Tuttavia, questa emancipazione si carica di una crescente oscurità, che la porta a compiere scelte discutibili e ad abbracciare il lato più oscuro di sé.

Il rapporto di Kim Wexler con Jimmy McGill è il fulcro della serie. La loro relazione è passionale, complessa. Sono complici e il loro è un legame profondo. La donna è sia la musa che la nemesi di Jimmy, lo spinge a migliorarsi ma allo stesso tempo lo corrompe con la sua tenebra.

Kim è tormentata dal senso di inadeguatezza e dal desiderio di rivalsa. La sua ambizione si scontra di continuo con la sua moralità, in un conflitto interiore lacerante.

Kim Wexler è uno dei personaggi femminili più memorabili della storia delle serie tv. La sua ambiguità, la sua forza e la sua fragilità la rendono un’icona a cui è impossibile non affezionarsi. La sua presenza in Better Call Saul è un elemento imprescindibile che rende la serie un capolavoro d’introspezione psicologica e di scrittura.

Quindi, se non avete ancora visto la serie, vi consiglio di farlo al più presto. Non solo vi appassionerete alla storia di Jimmy McGill, ma vi innamorerete anche della complicata e affascinante Kim Wexler.

C.I.

In alto: screenshot tratto dall’episodio 2×09 della serie Better Call Saul raffigurante il personaggio di Kim Wexler.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
27 × 11 =