La poesia nel dì di domenica: di nuovo insieme a Saffo

Saffo dipinta da Joseph Thomas Chautard (1850)
La poeta considerata una delle prime cantautrici della storia, che con le sue immagini ci fa “sentire’” le emozioni di cui parla.

Saffo, la più antica poeta d’Europa, viene considerata una delle prime cantautrici della storia. La sua produzione è ricca di composizioni che venivano utilizzate durante la celebrazione di matrimoni. Ha cantato l’amore in tutte le sue sfaccettature: l’amore idealizzato, spirituale, ma anche quello reale, doloroso, tormentato, ben ritratto nell’ Ode alla gelosia, che abbiamo proposto un anno fa nella nostra rubrica. Per questa domenica abbiamo scelto Invito all’Erano, una poesia che ci conduce in una cornice idilliaca e gioiosa. Il video è come sempre realizzato da Debora Menichetti.

Serena Betti

Foto in alto: Saffo dipinta da Joseph Thomas Chautard (1850)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Invito all’Erano

Venite al tempio sacro delle vergini
dove più grato è il bosco e sulle are
fuma l’incenso.

Qui fresca l’acqua mormora tra i rami
dei meli: il luogo è all’ombra di roseti,
dallo stormire delle foglie nasce
profonda quiete.

Qui il prato ove meriggiano i cavalli
è tutto fiori della primavera
e gli aneti vi odorano soavi.

E qui con impeto, dominatrice,
versa Afrodite nelle tazze d’oro
chiaro vino celeste con la gioia.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
22 − 4 =